botta e risposta


Notice to visitors from outside Italy: using google chrome browser as the site will be translated automatically. Thanks

Dopo tanti anni di convivenza, dopo averlo smontato decine di volte, dopo averlo messo alla prova nelle più svariate condizioni, di seguito elenco quelli che secondo me sono i veri guai di questo modello. 
Sperando di esser stato il più chiaro possibile, ho cercato di spiegare con un botta e risposta secco, alcuni comportamenti tipici di questo scooter. Se sei qui è perchè probabilmente hai già avuto una risposta frettolosa da parte del tuo meccanico, quindi non arrenderti e buona lettura. Se qualcosa dovesse risultare incomprensibile usa il forum.
 

Perchè ho la sensazione che il motore abbia sempre una temperatura medio - alta?

Se si escludono i soliti problemi: pompa dell'acqua e bruciatura della guarnizione di testa, la tendenza che ha il Rotax a salire pericolosamente di temperatura in talune circostanze (traffico, salite ripide, utilizzo in coppia e a pieno carico), è dovuta sia al fatto che in marcia l’aria non riesce a raffreddare sufficientemente il radiatore, in quanto nascosto dietro il gigantesco parafango anteriore, che alla caratteristica intrinseca che ha questa unità a scaldare più del dovuto. Questo comportamento è più marcato sulla cilindrata 200, un pò sulla 150 e quasi assente sulla 125.
 


Come posso abbassare la temperatura del mio mezzo?

Il primo metodo consiste nel bucare o tagliare del tutto la parte terminale del parafango anteriore, per permettere all'aria di confluire più massicciamente verso il radiatore. Ovviamente questa modifica da' i suoi frutti in marcia, da fermo il suo apporto è nullo. Io ho fatto cosi:
 
 

Il secondo consiste nel sostituire il termo interruttore originale (bulbo) con uno avente una soglia d’intervento più bassa (85°C), cosi da azionare l’elettroventola prima che si raggiungano temperature critiche. Quest'ultimo sistema, invece, serve a contenere la temperatura da fermo, nel traffico e in condizioni d'utilizzo gravose (vedi grandi salite montane).  A tale  scopo acquistare l'interruttore termico per Piaggio Hexagon. Vedi estratto catalogo Olympia art. 1293301:
 

e sostituirlo al particolare n° 8 dell'esploso sottostante:
 
 

Cerca il termointerruttore su ebay


L'ultimo sistema, suggeritoci da acevw, fedelissimo utente del forum (a cui va il mio ringraziamento), consiste nel sostituire la protezione inferiore pianale di serie, con l'analoga dello Scarabeo 250 GT. Quest'ultima essendo aperta, attraverso la feritoia consente di espellere l'aria calda che lo stesso radiatore genera. Vi mostro qualche foto:

 


Cerca il pianale del 250 GT su ebay

A questo indirizzo trovate la discussione del forum dove si parla di questo argomento. 

Perché lo scooter perde acqua in prossimità del cavalletto centrale ed in concomitanza la temperatura tende a salire?

Perché bisogna revisionare o sostituire la pompa dell’acqua. Sugli scooter, la pompa dell'acqua essendo collegata direttamente sull'albero motore (a differenza delle moto dotate di cambio), lavora quasi sempre al massimo carico e la possibilità che si rompa cosi, aumenta.  A rischiare , in particolar modo sono proprio gli scooter con piccole/medie cilindrate ed in particolar modo quelle che consentono l'ingresso in autostrada. Una volta in quel contesto devono essere spremuti per viaggiare a velocità di crociera. Quindi occhio alla lancetta delle temperatura, se dovesse salire, fermatevi subito. La prima indiziata è proprio la pompa dell'acqua. Quando si guasta, l'impianto comincia a perdere liquido a causa del cedimento del paraolio. In maniera inequivocabile, lo scooter segnala il guasto quando c'è perdita dal buchino cerchiato in rosso:


Dunque se la strumentazione indica temperatura alta, molto probabilmente vuol dire che siete già a secco, quindi non cercate di arrivare a casa magari a bassa velocità, è una cattiva idea, rischiereste di fondere il motore. Più che altro cercate un modo per arrivarci in tutta sicurezza e poi via col fai da te. Vedi anche: sostituzione/revisione pompa dell’acqua
 
 
 

Perché in marcia la temperatura dell’acqua sale tantissimo sfiorando le ultime tacche?

Dando per scontato che la pompa dell'acqua sia sana e che faccia il suo dovere, va ricordata la normale  propensione che ha  questo motore a salir di temperatura (più frequente sulle cilindrate 150 e 200) e alla lunga  a trasformare questo comportamento quasi fisiologico  in guasto (principalmente alla guarnizione della testa e alla pompa dell'acqua). Cercare di porvi rimedio con i sistemi descritti precedentemente. Se non si risolve e se in concomitanza con questo comportamento dovesse mancare acqua nella vaschetta d’espansione o  peggio ancora dovesse trovarsi della schiuma , molto probabilmente siamo di fronte alla  guarnizione di  testa bruciata. Consultare il seguente schema per identificare il problema ed agire di conseguenza:


(si ringrazia bartcen per la parte grafica)  Scarica lo schema a blocchi in pdf
 
 

Perché quando lo scooter resta fermo per qualche giorno in più stenta a mettersi in moto?

Se si escludono rotture, ciò accade perché purtroppo entra aria nell’impianto d’alimentazione. Per facilitare la messa in moto, riprovare tenendo schiacciato il tubo corrugato d’aspirazione, raggiungile dal lato sx (lato variatore) dello scooter:
 
 
 
 
 

Perché in marcia si accende la spia rossa?

La spia in questione indica che nel circuito olio vi è insufficiente pressione. Ora a causare tale mancanza potrebbero essere 1000 fattori. Pompa olio che si sta rompendo, livello olio basso , pressostato olio rotto, filtro olio intasato , valvola sovrappressione olio sporca ed infine la cosa più brutta di tutte: bronzine del banco grippate.

Bisogna  sapere che il Rotax è un motore tutto su bronzine, quindi di per se più sofisticato e performante di uno su cuscinetti, ciò consente all'albero motore di galleggiare su un cuscinetto d'olio aumentandone la scorrevolezza e le prestazioni. Ma se dovesse mancare olio è la fine. Spiegato il motivo per cui abbiamo quella spia, dunque, se dovesse accendersi in marcia bisogna  fermarsi subito. Di seguito lo schema del circuito dell’olio:
 

 

 
 

Perché a motore acceso al minimo si sente un forte rumore metallico tipo mitraglietta?

In questo caso la colpa potrebbe essere o di un eccessivo gioco delle valvole. Quindi procedere alla regolazione e a tal proposito consultare la pratica guida nella sezione “manutenzione” ->  regolazione gioco valvole (ricordo che la regolazione gioco valvole va effettuata tassativamente ogni 6000 km pena il rischio di rottura di importanti organi meccanici). 

Oppure il secondo fattore che può generare il fastidioso rumore è  la catena di distribuzione che allungandosi sbatacchia nel carter generando rumori. Generalmente la versione più delicata in tal senso è la 200. Ad intervalli di 30-40000 km la catena va inesorabilmente sostituita. Ma ci sono casi in cui si arriva  anche prima.  Di solito le versioni 125/150 soffrono meno di questo problema per via delle angolazioni meno spinte dell'albero a camme, ma soprattutto merito di una catena di distribuzione diversa. Difatti pare che fino al 2000, anno in cui fa esordio la versione 200,  l'Aprilia adottasse come ricambio OEM le catene dell' italianissima REGINA. Tali catene visivamente e chilometricamente sono molto più robuste delle nipponiche DID (divenute poi unico ricambio). La catena Regina è identificabile attraverso la stampigliatura della lettera M sulle maglie. Non meravigliatevi dunque se dopo aver percorso 50000-60000 km il vostro 150 è silenzioso come un orologio. Merito della catena REGINA.

Altro fattore a generare il rumore potrebbe essere  il tendicatena che non tende a dovere  la catena. Ciò potrebbe essere dovuto alla rottura del tendicatena o ad un abbassamento della pressione dell’olio. 
Generalmente nei motori che usano tendicatena meccanici a dente di sega:

(tendicatena di una vespa 200GT)

il problema non si pone quasi mai. Appena la catena prende gioco e si allunga un pò (cosa normale) si ha lo scatto di un dente e il tendicatena riporta in tiro la catena. Con questo sistema si va avanti fino all'ultimo scatto del dente, poi bisogna cambiare la catena.

Nel Rotax invece il tendicatena è idraulico e non meccanico ed il suo funzionamento è strettamente legato alla pressione dell’olio e quindi alla bontà dello stesso ed al suo regolare cambio in abbinamento al filtro . Se non c'è sufficiente pressione, il tendicatena non tende a dovere la catena che sbatte inesorabilmente dentro il carter. Sicuramente avrete notato che ciò è più evidente al minimo, poi salendo di giri il rumore tende a scomparire. Ciò accade perchè la pressione dell'olio sale al salire dei numeri di giri.

Il tendicatena è il particolare n° 12, notate come il suo funzionamento sia legato al circuito dell'olio:
 

Ci sono due tipi di tendicatena, uno chiamato volgarmente "meccanico" il quale è stato montato solo sulla versione 200cc, L'altro  piu' comune detto "idraulico"  montato  sulle versioni 125 e 150cc. Nel corso degli anni Aprilia ha reso disponibile come ricambio in maniera alternata prima l'uno e poi l'altro . Probabilmente non era certa di quale fosse il più efficace. Attualmente il ricambio unificato per tutte le motorizzazioni è  quello idraulico.
Sostanzialmente la differenza tra i due oggetti sta nel fatto che quello idraulico  rispetto al meccanico ha un sistema di ritenuta dell'olio ottenuto attraverso una valvoletta a sfera che consente a motore spento di tenere il tenditore sempre carico.
Piccola precisazione: entrambi i tenditori sono idraulici poichè la loro spinta è dettata dalla pressione dell'olio ,ma per distinguerli nel corso degli anni gli addetti ai lavori hanno preferito chiamarli cosi.

Qualche foto:

 
          
 
Play per ascoltare il sound di una distribuzione in ordine:

Perchè ho la sensazione che il motore fatichi a prendere giri?

Escludendo problemi al motore e alla trasmissione bisogna dare un'occhiata al carburatore. Il carburatore che monta lo Scarabeo è del tipo a depressione. Con l'età ma anche con l'utilizzo può presentare dei problemi. Vediamoli assieme:

il cuore di un carburatore se del tipo a depressione è la membrana. Essa si contrae e si distende aprendo e chiudendo la valvola gas proprio tramite la depressione che si crea nel normale funzionamento del motore. Poichè è realizzata in gomma sottilissima , il suo peggior nemico è l'inutilizzo, in quanto restando immobile per diverso tempo s'incolla per poi fessurarsi al primo riavvio. Questo fenomeno crea problemi nell'erogazione della miscela e quindi alla potenza del motore. Ci sono poi gli spilli del galleggiante che regolano il livello della benzina nella vaschetta. Col tempo la punta in gomma tende ad usurarsi con il risultato che la benzina risalga fino al condotto d'aspirazione entrando poi nel motore ed "abbenzinando" l'olio nella coppa. Dopo un lungo periodo di fermo è consigliabile sempre un bel cambio d'olio.

La membrana dello Scarabeo ha anche un altro problema. Il continuo sfregolio dovuto al perpetuo sali e scendi della valvola gas, aumenta il  rischio di rottura di quest'ultima. In gergo si dice che si  "sbecca". Il frammento staccandosi ha un alta probabilità di finire in camera di scoppio e di cozzare contro le valvole facendo così un bel trito misto. Il consiglio quindi è di dare una controllata ogni 35-40.000 km e se necessario provvederne la sostituzione.

Qualche foto: 

  
(questa in foto è una membrana sostituita a 38.200 km)

 
 

Perchè ruota posteriore e parte anteriore del coperchio variatore si imbrattano di olio?

E' un altro classico dello Scarabeo Rotax: succede quando uno o entrambi gli innesti dei tubicini del blow-by (nel cerchio in rosso) che entrano sotto la cassa filtro, si spezzano:
 

 

E' importante ripristinare i tubi del blow-by?

Si, e per due motivi. Il primo per una questione di pulizia e il secondo per una questione di normative antinquinamento.
In breve: nei motori  durante le fasi di funzionamento, avvengono dei trafilamenti di gas e vapori di olio (Blow-by) nella testa del motore e nel basamento. Questi gas devono quindi essere espulsi dal blocco del motore per evitare l’esplosione del coperchio della testata o del carter della coppa dell’olio e per evitare che si danneggino le guarnizioni di tenuta degli accoppiamenti testa-monoblocco e monoblocco-coppa olio. Nel caso dello Scarabeo Rotax è presente solo il circuito di recupero dei vapori di olio della testata. Ad un attenta analisi, si può notare come dal coperchio punterie, parta un tubo diretto verso la cassa filtro.
La legge impone che questi gas e vapori di olio non vengano immessi in atmosfera per motivi d'inquinamento. Il circuito del Blow-by è formato da un  condotto proveniente dalla testa del motore con alla base un dispositivo (membrana/valvola) che ha il compito di stabilizzare la pressione all’interno della testata. Particolare n° 15:
 
 

Lo stesso dispositivo ha anche il compito di far condensare il più possibile i vapori di olio, per evitare che rientri olio nella camera di combustione, cosa che andrebbe a peggiorare le emissioni allo scarico e velocizzerebbe l’imbrattamento delle camere di combustione (iniettori o candele, sedi valvole ecc.).
L’olio cosi condensato arriva dunque nella cassa filtro attraverso il tubicino del particolare n°10 e va ad accumularsi sulla parte bassa della cassa filtro, per poi essere scaricato attraverso il tubicino tappato in fase di manutenzione (particolare n°11). Mentre i gas filtrati rientrano nel circuito di aspirazione e quindi nella camera di scoppio.
 
 
 
Un interessante discussione in merito al ripristino del suddetto circuito, la trovate nel forum al seguente indirizzo .



Perché il manubrio sbacchetta a determinate andature?

Il fenomeno dello sbacchettamento è causato dall’alleggerimento della ruota anteriore e dal suo contatto “non in asse con l’asfalto." 

Faccio una breve premessa per completezza d'informazioni:  durante gli anni lo Scarabeo Rotax ha beneficiato di un importante restyling al telaio. Con l'introduzione della versione 200 Rotax, il telaio fu irrobustito, l'angolo del canotto di sterzo aumentato a 26,5°, l'avancorsa aumentata di 10 mm, con un aumento dell'interasse (da 1387 a 1400 mm) e della lunghezza complessiva dello scooter (da 2015 a 2028) e aggiunti i bilancieri sul manubrio. Tutti particolari che hanno limitato il fenomeno. Limitato appunto, ma non del tutto eliminato.

In virtù di quanto espresso precedentemente, voglio far notare che questo fenomeno, attanaglia maggiormente le versioni 125 e 150 pre 200 a maggior ragione se in presenza di bauletto posteriore da 52L.

E' possibile limitare tale fenomeno?

Si. Nel mio caso ad esempio (ricordo a tutti che possiedo la versione 200GT) il problema si presentava in maniera limitata e solo in presenza di passeggero e bauletto molto carico. Negli anni ho cercato comunque di contenere ulteriormente il fenomeno, nello specifico ho:

- sostituito le coperture di primo equipaggiamento (SAVA) e montato dapprima le Pirelli GTS e poi le Metzeler Feelfree;
- sostituito l'olio delle forcelle con un olio più denso ad esempio SAE15W (approfondisci QUI );
- sostituito l'ammortizzatore di serie con un BITUBO  opportunamente settato. Quest'ultima si è rivelata la soluzione ottimale, cosi facendo lo sbacchettamento è quasi sparito.

Allo stato attuale, lo sbacchettamento si presenta solo con il passeggero a bordo e con queste condizioni di carico:


Chiudo ricordando ai proprietari di Scarabeo 125 e 150 smuniti di bilancieri/contrappesi al manubrio, di porvi rimedio acquistandone un paio.

Cerca i contrappesi su ebay




Perché all'avviamento e allo spegnimento si sente un forte rumore metallico?

Perché bisogna sostituire la ruota libera. La ruota libera è il meccanismo che consente al motorino d'avviamento di "staccarsi" dal motore quando lo stesso gira più veloce del motorino d'avviamento. Quando la ruota libera comincia a far cilecca e l'avviamento diventa quasi impossibile, è giunto il momento d'intervenire. Per maggiori info leggi la guida dedicata


Perchè senza un apparente motivo lo scooter si spegne in marcia?

Una delle cause più ricorrenti, è il tubo depressore schiacciato. Quello che più precisamente, va dalla pompa della benzina al carburatore. Infatti, il carburatore dello Scarabeo, essendo del tipo "a depressione", ha bisogno per funzionare correttamente, di un sistema a depressione. Senza entrare tanto nel merito, basti sapere che è proprio la differenza di pressione, generata dalla pompa della benzina,  che permette alla valvola gas del carburatore di muoversi. Quindi è facile intuire che in presenza del tubicino schiacciato, non essendoci più, le condizioni ottimali di funzionamento, tutto l'impianto di alimentazione smetta di funzionare, con conseguente spegnimento del motore. Ciò accade se ad esempio dopo qualche lavoro di manutenzione, rimontando in fretta e in furia la plastica centrale del sotto sella, si schiacci il tubicino. A scanso di equivoci, il tubicino va montato così:






Dove posso trovare una lista di ricambi perfettamente compatibili con il mio Scarabeo?

Semplice, leggendo la pagina con l' elenco ricambi consigliati potrai capire e acquistare quello che ti serve.








PS: la presente pagina è da ritenersi in continuo aggiornamento. Per essere sempre aggiornati sulla pubblicazione di nuovi argomenti, iscriviti alla newsletter, invece per info, dubbi e commenti usare il forum.

Se questa pagina, se ti è stata utile e pensi possa esserlo ancora in futuro, per te e per altri, offrimi una birra e sostieni il mio impegno e il mio lavoro con una piccola donazione  
https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_donations&business=scararotax%40gmail%2ecom&lc=IT&item_name=Sostieni%20%22Lo%20Scarabeo%20Rotax%22%20con%20una%20donazione&currency_code=EUR&bn=PP%2dDonationsBF%3abtn_donateCC_LG%2egif%3aNonHosted
  
.Grazie di cuore.  

PS1: per essere sempre aggiornato sulla pubblicazione di nuove guide regalami un "mi piace" o un "+1", oppure iscriviti alla newsletter;

PS2: se una sola delle mie guide ti è stata d'aiuto, lascia una testimonianza firmando il libro degli ospiti o comunicatemelo iscrivendoti sul forum . Ci conto !!




by motoniko77