colle del nivolet


Qualche cenno…

Il Colle del Nivolet è un valico alpino situato nelle Alpi Graie. Situato ad una quota di 2612 m s.l.m. è lo spartiacque tra la Valle dell'Orco (Piemonte) e la Valsavarenche (Valle d'Aosta). È collocato all'interno dell'area protetta del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Per tale motivo il traffico lungo la strada provinciale è regolamentato, specie di domenica e nei giorni festivi bisogna far attenzione in quanto il transito è consentito solo per mezzo delle navette autorizzate. Prima di mettersi in moto consultate il seguente sito: Regolamentazione lungo la strada provinciale del colle del Nivolet
Il Colle del Nivolet dal punto di vista naturale è, senza dubbio, una delle aree più interessanti del Piemonte: caratterizzato da una vasta prateria punteggiata da numerosi stagni e torbiere, il colle è famoso per i suoi laghi alpini. Dal punto di vista faunistico, si possono osservare camosci, stambecchi, marmotte e diverse specie di anfibi e uccelli.

Road-book

La  seguente meta non consente di chiudere come faccio di solito un giro ad anello circolare, poichè in cima al colle la strada termina. Dunque faremo due volte lo stesso percorso sia in salita che in discesa. Lo so non è il massimo, ma una volta su capirete il perchè valga la pena andarci. Il giro comincia da Castellamonte. L'accesso al colle è possibile utilizzando la SSP 460 per Ceresole Reale (TO). Proseguendo oltre l'abitato di Ceresole R.  la strada si snoda  per una salita  lunga ed impegnativa. Dopo  una ventina di chilometri che portano il disvello a quasi un  migliaio di metri si giunge al colle, costeggiando molto da vicino due laghi artificiali (lago Serrù e Agnel) asserviti alla produzione di energia elettrica. Vedasi il numero considerevole di dighe. La strada passa oltre il colle e si arresta poco dopo il Rifugio Albergo Savoia, sul versante valdostano. 


lunghezza del giro: circa 130 km a/r
periodo consigliato: estate


Itinerario:


Visualizza colle del nivolet in una mappa di dimensioni maggiori

Dove mangiare:

Osteria dei viaggiatori - fraz. Frera Superiore - Noasca. Menù tipico piemontese a partire da 15/20 € cad. 

Qualche foto:





by motoniko77


Informazioni utili:

Se hai trovato utile il presente articolo, regalami un "mi piace" o un "+1" . Cosi facendo resterai   aggiornato sulla pubblicazione di nuovi articoli. A tal proposito puoi anche registrarti ai miei feedrss o alla newsletter.