come prepararsi per un viaggio in scooter

Introduzione

Anche se non lo credete possibile, con uno Scarabeo Rotax si può viaggiare  discretamente visto il confort che la ruota alta regala e la capacità di carico che il trio valigie offre.
 
Ovviamente la portata del turismo è da valutare in base alla cilindrata che si possiede. Con la versione 125, per ovvi motivi il raggio d’azione si restringe; mentre la versione 150,anche se con  prestazioni poco superiori ad un 125 offre già più possibilità .

La versione 200 invece ha notevoli potenzialità di viaggio: consente sorpassi con un certo margine di sicurezza e si possono ipotizzare medie di 90/100 km/h su viaggi autostradali. Con  questa cilindrata si può pensare di usare lo scooter con il passeggero per viaggi di una certa durata o chilometraggio. 
 

Preparativi dello scooter

Fatta questa premessa, ricordo che il presente articolo non ha come intenzione quella di convincervi ad intraprendere un viaggio, per quello ci sono i miei report.  Mi astengo quindi dal fare giri di parole, elencare questo o quel vantaggio e passo subito ad indicarvi tutta una serie di controlli necessari prima del viaggio. Dunque:

- controllate tutti i livelli prima di partire, in particolare olio motore,  olio del mozzo , liquido di raffreddamento;

- controllate lo stato della frizione e della cinghia di trasmissione e ricordatevi di portarvene  dietro una (anche usata ma in discrete condizioni);

- controllate il cavo dell’acceleratore;

- controllate lo stato dei freni e delle gomme;

- portate con voi un bomboletta gonfia&ripara o meglio ancora il kit riparazione forature. A tal proposito vi mostro come ho fissato la bomboletta al bauletto in modo da sfruttarne gli anfratti più nascosti:

   
 

Sempre con lo stesso metodo, ho fissato anche la cinghia di scorta ed il kit ripara pneumatico che nel frattempo ha sostituito la bomboletta nel corredo;

- portatevi dell’olio motore e del liquido refrigerante;

- portatevi sempre dietro qualche attrezzo:  un cacciavite, un paio di pinze e le chiavi più comuni;

- infine non dimenticate qualche  lampadina di scorta e di irrigidire l'ammortizzatore posteriore.

Cerca il kit foratura pneumatici su ebay


Sistemazione bagagli

In scooter non è semplice come in auto. Non dimentichiamo mai che il carico sulle due ruote deve essere saldo alla struttura e assicurato il più in basso possibile in modo da non elevare il baricentro del veicolo. Infatti più i pesi sono in alto e più interferiscono negativamente con le manovre di guida, anche le più semplici. Il baricentro alto destabilizza l’assetto del veicolo, interferendo pesantemente con il corretto comportamento in caso, per esempio, di cambio veloce della direzione, frenata d’emergenza, sconnessioni della strada, etc. Per portare bagagli più “importanti” bisogna usare le borse laterali che sono generalmente più in basso rispetto agli altri sistemi di carico consentiti. Pessima abitudine quella di installarne o riempirne solo una. In questo modo si stravolge l’aerodinamica e il bilanciamento complessivo del motoveicolo.
Fatta questa premessa doverosa, adesso vediamo più dettagliatamente come preparare il mezzo e come disporre i bagagli. Ognuno ha le proprie idee su come sistemarli; ci sono notevoli differenze in base al numero di valige che si dispone. Lo Scarabeo Rotax ai tempi offriva come optional il kit di valige laterali che io utilizzo con grande soddisfazione da molti anni. Vediamo come comportarsi: 

-bauletto posteriore da 52 L,  consente di tenere tutto all’asciutto in caso di pioggia; inoltre, i modelli asportabili (dal 150 Touring in poi), possono essere portarti  direttamente in albergo.  Attenzione ai limiti di peso ammessi: per il nostro  portapacchi il carico max ammissibile è di 5 Kg. Anche se questo è un valore pessimistico cercate di collaudarlo prima di partire, facendo un giro di qualche decina di chilometri e con qualche curva. Eviterete  cosi sorprese di assetto durante il viaggio;

-  esistono in commercio i cosiddetti “ragni”, servono per fissare alla sella o sul bauletto posteriore dei bagagli (io lo uso ad esempio per il sacco a pelo o la tenda). Fissate in ogni caso bene il bagaglio, perderlo per  strada potrebbe essere pericoloso per voi e per chi vi segue. Fate inoltre in modo che non ci sia nulla che sventoli:



- valige laterali da 21 L, qui il carico massimo ammissibile scende a 3 Kg. Cercate di disporre il carico in modo da avere gli stessi chili a destra e a sinistra. Poiché le valige laterali sono fisse al telaio e non dispongono di sgancio rapido, io  utilizzo delle sacche interne stagne della GIVI mod. T471S, cosi mi è più comodo trasportarne il contenuto:

  

Cerca le borse originali su ebay


- fate in modo che tutti i bagagli abbiano una sistemazione impermeabile,  tenete eventuali abbigliamenti per la pioggia a portata di mano: potreste avere la necessità di metterli in fretta;

- zaino sul tunnel centrale, è una soluzione comoda oltre che per bilanciare il carico sull’anteriore anche per  caricare ulteriore bagaglio.

Adesso vi mostro come sistemo io i bagagli:

-nel bauletto posteriore  ripongo le cose più ingombranti: borsello effetti personali, phon, scarpe e ciabatte, materiale fotografico, olio e liquido refrigerante, bomboletta gonfia e ripara, materiale per il campeggio (se vado in campeggio) teli da mare (usate quelli in microfibra ingombrano 1/5 di quelli tradizionali);

- nelle valige laterali ripongo gli indumenti, un lato per me e uno per mia moglie;

- nello zaino tutto il resto: documenti, materiale antipioggia, cartine varie ecc ecc; 

Ultimo consiglio. Se i bagagli vi sembran troppi fate cosi: mettete tutti i bagagli previsti sul pavimento e vedrete che scarterete senz’altro qualcosa.

Parabrezza 

Se il vostro scooter ha il parabrezza di grandi dimensioni (quello che veniva venduto come optional), bisogna valutare se lasciarlo o meno. Certo, salva dalla pioggia, dal freddo e dagli insetti ma a volte può essere un problema in caso di vento forte; può inoltre diminuire notevolmente le prestazioni e rendere lo scooter meno maneggevole.  Di contro, se siete sprovvisti di parabrezza e avete il mini cupolino,  considerate di montarne uno di tipo medio, di quelli che proteggono  sino alla linea degli occhi . In parole povere, il migliore, il più adatto per far tanta strada, è quello della versione GT. Durante i lunghi tratti autostradali avere un minimo di protezione aiuta a stancarsi meno. Fondamentale direi!

Cartina stradale

Argomento cartina stradale. Sugli scooter risulta difficile sistemare una cartina a vista come si fa sulle moto. Occorre arrangiarsi, oppure acquistare una di quelle borse da tunnel che sulla parte superiore hanno una tasca trasparente per infilarci appunto una cartina. Io dopo tanti anni di esperimenti ho risolto cosi:  

ulteriori info QUI

Fotografia e connettività

E'vero siamo in vacanza, ma l'esigenza di avere sempre una connessione a disposizione è essenziale ormai. Le motivazioni possono essere le più disparate: reperire informazioni utili per il viaggio, controllare la posta elettronica, controllare la propria pagina facebook, aggiornare il proprio blog, ecc. Sicuramente la soluzione migliore è uno smartphone, oppure, per chi non l'avesse, un tablet. Pratico, veloce e di ridotte dimensioni quest'ultimo troverà di sicuro spazio tra i nostri bagagli. Io ho optato per la seconda soluzione:

Tablet + chiavetta 3G

Anche la fotografia merita due righe di approfondimento. Chi come me ama la fotografia e i viaggi in scooter, saprà di sicuro che le due cose sono difficili da coniugare. Il ridotto spazio a disposizione, specialmente se si viaggia in coppia, limita l'attrezzatura che ci si può portar dietro. Per moltissimo tempo il mio bagaglio fotografico è stato questo:

Fotocamera, custodia subacquea, filtri, aggiuntivi ottici, batterie di ricambio, treppiede ecc

Da qualche tempo prediligo di più la compattezza e la mia nuova fotocamera è una rugged-camera: Nikon COOLPIX AW100. Cosa sono le rugged camera? Beh sono fotocamere progettate per catturare l'azione sulla terra ferma come in acqua, la COOLPIX AW100 è pronta a seguire il più avventuroso dei fotografi. Subacquea, antiurto e antigelo, è la fotocamera ideale per i propri passatempi, indipendentemente dalla stagione. Grazie al sistema GPS, alla bussola elettronica e al planisfero incorporati è possibile aggiungere informazioni sul luogo in cui vengono scattate le immagini, orientarsi in luoghi sconosciuti e controllare l'itinerario durante gli spostamenti. Con tutte queste funzioni l'AW100 ha impiegato meno di 5 secondi a conquistare la mia attenzione, e di conseguenza il mio nuovo bagaglio fotografico si limita solo a:

Nikon COOLPIX AW100



Buon viaggio !!!





by motoniko77


Informazioni utili:

Se hai trovato utile il presente articolo, regalami un "mi piace" o un "+1" . Cosi facendo resterai   aggiornato sulla pubblicazione di nuovi articoli. A tal proposito puoi anche registrarti ai miei feedrss o alla newsletter.